top of page

Fiori di Bach: Scleranthus


Descrizione originale di Bach Per quelli che soffrono molto perchè sono incapaci di decidere tra due cose; considerano giusta ora l’una, ora l’altra. Di solito sono persone tranquille che sopportano in silenzio le loro difficoltà, non essendo portate a discuterne con altri.

Parole chiave: incertezza, indecisione tra due cose, squilibrio, instabilità, paura di sbagliare, scoordinamento, alternanza, disorientamento, assimetria, ciclicità, confusione.

Livello tipologico Questo modello ha un livello di incertezza che si manifesta con indecisione e instabilità, il che porta l’individuo a dibattersi tra due polarità. E’ come se tutto dovesse necessariamente essere bianco o nero e non esistesse la possibilità di una gamma di grigi. Il dubbio in Scleranthus è tra due cose, altre due, altre due, e così all’infinito. Di conseguenza, la titubanza termina tra una moltitudine di possibilità simultanee, dove è impossibile trovare un’opzione che pesi più di un’altra. La mente in Scleranthus sembra muoversi in una moltitudine di analisi e controanalisi frenetiche, automatiche e spesso irrazionali. Di conseguenza, la volontà non può canalizzarsi in azioni concrete. Si potrebbe parlare di una specie di paralisi in agitazione, con evidente paura di commettere errori o scegliere l’opzione sbagliata. Gli manca un punto centrale di riferimento che gli permetta di ordinare i concetti in modo coerente e lineare. Per spiegare questa caratteristica è stata tradizionalmente utilizzata la metafora di ” mente cavalletta”, ma dovrebbe essere comunque una specie di cavalletta frenetica. Scleranthus può accusare instabilità a livello fisico, come vertigini, febbri ricorrenti, alternanza tra diarrea e stipsi, allergie stagionali oppure instabilità a livello emozionale, cioè facilità ad alternare pianto/riso, ottimismo/pessimismo, allegria/tristezza, euforia/depressione, “non so se ti amo o no” ecc., insomma tutto quello che indica squilibrio. Come si può supporre, Scleranthus ha chiari problemi di concentrazione, perchè la mente si trova occupata in un iperattività incontrollata e dispersiva. Spesso questo tratto si accompagna all’esaurimento psicofisico e all’insonnia. Uno dei problemi di Scleranthus consiste nell’impossibilità di vedere le sfumature delle circostanze della vita, perchè nella sua mente tutto appare rivestito di bianco o nero e alternante tra gli opposti. Nel descriverlo, non possiamo applicare lo stesso metro a tutti i soggetti, dicendo: “Scleranthus è o non è così…” perciò conviene considerare psicodinamicamente vari livelli, che possono andare dalle forme più lievi e tollerabili a quelle più invalidanti e patologiche. Sicuramente l’ambiente famigliare e l’apprendimento del bambino Scleranthus possono portarlo a manifestare il suo modello in forme diverse. E’ logico supporre che in un contesto famigliare ed educativo ottimale, risulti più facile riconoscere il suo livello di incertezza e dirigersi quindi verso il positivo, per comprendere e praticare l’insegnamento della Fermezza. Molti Scleranthus compensati si riconoscono come persone essenzialmente dubbiose ma questo non impedisce loro di condurre una vita normale, avendo sviluppato strategie per poter decidere. Molti altri sono ciclotimici consapevoli dei loro cambiamenti di stati d’animo stagionali. Tuttavia, molti Scleranthus crescono in ambienti ossessivi con genitori iperesigenti e punitivi o in sistemi educativi che non tollerano le oscillazioni emotive proprie del bambino, pretendendo che sia una specie di adulto in miniatura perfettamente formale e impeccabile in tutto. Questo naturalmente accentuerà l’indecisione e l’insicurezza proprie di Scleranthus creando una paura evidente del castigo e di commettere gli errori che portano alla punizione. Il bambino si sentirà quindi colpevole, inutile e in un certo senso sporco. Il modo per sopravvivere consisterà nel reprimere ogni emotività e spontaneità per non essere punito. Presto il bambino imparerà quali cose può fare e quali no, perchè per proteggersi emozionalmente ed evitare rimproveri ha bisogno di attenersi alle regole. Inoltre, la sua autostima sarà scarsa, perchè i risultati dati per scontati, di solito non ricevono alcuna ricompensa. Le infrazioni invece sono severamente punite, oltre che oggetto di denigrazione. In un ambiente ossessivo Scleranthus compenserà l’indecisione interiore con una vita rigida, molto metodica e rigorosa nella forma, soggetti scrupolosi, troppo formali e rispettosi, lavoratori, perfezionisti, rigidi, severi. Malgrado questa compensazione, interiormente rimangono insicuri e con un alto livello di rimuginazione mentale automatico, di difficile controllo che provoca loro ansia e rabbia interiore. Altri Scleranthus si trovano in un ambito famigliare favorevole allo sviluppo sia dei cosiddetti “cambi d’umore”, sia delle gravi patologie come il disturbo borderline, di personalità o il disturbo bipolare. “I casi borderline presentano una dissociazione tra le immagini buone e cattive delle cose, configurando due sistemi di identificazione differenti che facilitano la rapida alternanza tra l’amore e l’odio per lo stesso oggetto”. Secondo lo stesso autore, è probabile che persone cresciute in una società che si sta disgregando finiscano per intraprendere strade che rafforzano il comportamento borderline. Una famiglia caotica, destrutturata, abusi sessuali e fisici e uno stile di vita drammatico incidono notevolmente sullo scatenamento di questo stato. E’ probabile che da bambini si siano sentiti maltrattati e defraudati, vittime di un’intensa lotta di potere tra chi si prendeva cura di loro, utilizzandoli come moneta di scambio. Per loro gli affetti non erano affatto esenti da conflitti. Un’altra manifestazione negativa tipicamente Scleranthus è il disturbo noto come bipolare. Il bipolare alterna periodi ciclici di depressione con fasi di grande euforia. La vita di uno Scleranthus è tutt’altro che facile e può essere molto limitata e invalidante. Per questo è importante la diagnosi precoce di questa tipologia nei bambini e l’assunzione dell’essenza per periodi prolungati. Stiamo parlando di una vera e propria medicina floreale preventiva.

Scleranthus come stato Sleranthus è utile per tutti coloro che attraversano periodi di instabilità emozionale, come l’adolescenza, la menopausa, la sindrome premestruale ecc. Possiamo ricorrere all’essenza anche quando dobbiamo prendere una decisione rapida e siamo dibattuti tra due opzioni che hanno la stessa importanza. Molte persone attraversano periodi di stress, in cui l’ansia si cronicizza. Una delle conseguenze più frequenti è lo scatenarsi di un’instabilità che si manifesta con insicurezza, confusione e indecisione fino ad allora inesistenti, tutti sintomi molto Scleranthus. Naturalmente, il trattamento dovrà comprendere altre essenze appropriate ad ogni individuo e circostanza.

Livello spirituale Per Bach, Scleranthus è venuto ad apprendere la lezione della Fermezza. La stabilità (o forza) dell’anima si manifesta come fermezza quando l’azione (o il desiderio) di ogni individuo si sforza di conservare il suo essere e si manifesta come generosità nel momento in cui l’individuo si sforza di aiutare gli altri”. Ma per poter esercitare questa virtù, è necessario superare prima il difetto citato da Bach: l’indecisione. Per questo è necessario un duro lavoro personale, di integrazione tra le due polarità che reggono tutto ciò che esiste nell’universo: lo Yin e lo Yang. In questo caso non si tratterebbe di trovare un equilibrio perfetto, ma di muoversi in una zona più vicina al centro che permetta di uscire dalla confusione interiore. Solo così la persona Scleranthus potrà agire in maniera equilibrata e con fermezza verso l’esterno, dimostrando la sua generosità. Scleranthus è troppo confuso per porsi degli obiettivi, dimostrare abilità sociali o virtù nel suo rapporto con l’ambiente. Le sue competenze emozionali sembrano essere colpite nella loro totalità, dall’autocoscienza all’empatia, perciò è indubbiamente una delle lezioni più difficili di tutta la scuola floreale.

Abstract: Ricardo Orozco – opere


Questo articolo può essere condiviso e divulgato citando la fonte dello stesso Blog, rispettandone la forma, priva di modifiche. Immagini protette da copyright.

©2022 SPIRIT Blog di Cristin Gioia Naldi


留言


bottom of page