top of page

LA VIA




Chi siamo noi per suggerire alle persone quale sia la via da percorrere? Ciascuno ha la propria via. Come nessuno può respirare per noi, nessuno può sapere cosa sia necessario o meno, possiamo solo accompagnare all’ascolto di se stessi, del proprio sentire, senza interferire o manipolare. Ogni azione in tal senso è un interferenza nei confronti di se stessi.


Rabbi Bar di Radoschitz pregò un giorno il Rabbi di Lublino, suo maestro: “Indicatemi una via universale al servizio di Dio!” Lo zaddik rispose: “Non si deve dire agli uomini quale via debbano percorrere. Perché c’è una via in cui si serve Dio con lo studio e un’altra con la preghiera, una col digiuno e un’altra mangiando. Ognuno deve guardare attentamente a quale via lo spinge il cuore e poi scegliere quella…” Martin Buber


Credetemi: “Quello che vi do, non è né una dottrina né un insegnamento. E da quale pulpito potrei indottrinarvi? Vi informo della via presa da quest’uomo, della sua via, ma non della vostra. La mia via non è la vostra via, dunque non posso insegnarvi nulla. La via è in noi, ma non in dèi, né in dottrine, né in leggi. In noi è la via, la verità e la vita. Guai a coloro che vivono seguendo dei modelli! La vita non è con loro. Se voi vivete seguendo un modello, allora vivrete la vita del modello, ma chi dovrebbe vivere la vostra vita, se non voi stessi? Dunque vivete voi stessi…

C.G.Jung


Cristin Gioia Naldi


Questo articolo può essere condiviso e divulgato citando la fonte dello stesso Blog, rispettandone la forma, priva di modifiche. Immagini protette da copyright.

©2022 SPIRIT Blog di Cristin Gioia Naldi


header.all-comments


bottom of page